Mi manca la sinapsi,
mi manca il ciclostile
Mi manca un po’ d’affanno
e il sol dell’avvenire
Mi manca quel che è giusto,
mi manca il nostro mondo
Mi manca un nuovo frigo
e ciò che ci sta intorno
Mi manca pure il fono
con cui non faccio un cazzo
Mi tolgo un altro sfizio
e mi tolgo pure l’imbarazzo!

No, non stare in pena!
Nel dubbio mena
e vedrai vivrai di più!
No, non stare in pena (perché)
nel dubbio mena!
E vedrai vivrai di più,
di più, di più, di più!

Mi manca la mia Era,
mi manca pure Zara
Mi manca un’altra cinta
per far fischiare l’aria
Mi manca ciò che è mio,
mi manca ciò che è stato
Mi manca di capire:
“Chi avuto ha dato ha dato?”
Mi manca pure il gel
con cui non faccio un cazzo
Mi tolgo un altro sfizio
e mi tolgo pure l’imbarazzo!

No, non stare in pena!
Nel dubbio mena
e vedrai vivrai di più!
No, non stare in pena (perché)
nel dubbio mena!
E vedrai vivrai di più,
di più, di più, di più!

Mi manca la tua banca,
mi manca il tuo sorriso
Mi manca il doppiopetto
e il vostro distintivo
Mi manca un’altra vita,
mi manca un’altra corsa
Mi manca la tua barca
eppure quella smorfia
Mi manca pure Karl Marx
con cui non faccio un cazzo
Mi tolgo un altro sfizio
e mi tolgo pure l’imbarazzo!

No, non stare in pena!
Nel dubbio mena
e vedrai vivrai di più!
No, non stare in pena (perché)
nel dubbio mena!
E vedrai vivrai di più,
di più, di più, di più!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cancella il moduloMostra i commenti sul post