«Buonasera!»
«Eh, buonasera un cazzo!»
«Come ha detto, scusi?»
«Hai capito bbène, lassa perde er collega mio sinnò scavarco e te sfonno!»
«Sì, va be’, ma io volevo solo un caffè!»
«Sì, va be’, bevetene n’artro!»
«Qui non vendiamo caffè, vendiamo solo amari!»
«Ma come? Un bar che vende solo amari?»
«’Mbè? Che è? Solo amari! Che è?»
«Va be’, datemi il migliore amaro che avete!»
«Questo è l’amaro d’a casa, tiè!»
«Ah, ma cosa mi avete dato? Mi avete avvelenato, ma che amaro è?»
Zetazeroalfa, l’amaro del giusto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cancella il moduloMostra i commenti sul post